Giovanni Tornambene

Imparare a improvvisare al pianoforte

Suonare il pianoforte è senz’altro impegnativo e richiede un’applicazione costante. Tuttavia, imparare a suonarlo bene può in cambio risultare molto gratificante, restituendo un giusto appagamento per la propria autostima. Una volta superate le inevitabili incertezze iniziali sarà la musica stessa a scaturire dentro di noi e a manifestarsi tramite la nostra esecuzione compositiva. La padronanza dello strumento ci renderà capaci di riprodurre i suoni man mano che si affacciano nella nostra mente. La conoscenza degli accordi ci renderà padroni della melodia e inevitabilmente saremo liberi dalla necessità di seguire uno spartito, consentendoci il piacere dell’improvvisazione. Vale a dire che noi stessi diverremo musica.

Dalle regole alla libertà

Per imparare a improvvisare al pianoforte è indispensabile aver compreso il funzionamento dello strumento, solo così si sarà in grado di riprodurre le melodie. Capire gli schemi musicali è fondamentale per replicarli senza dover leggere la musica, lasciandoci così trasportare dal piacere compositivo. Maggiore sarà la conoscenza e padronanza, dunque, più facilmente saremo in grado di affrancarci dal dettato musicale rendendoci padroni della nostra creazione. Si tratta di avere il pieno controllo del mezzo. Esercitandosi regolarmente dopo aver appreso bene i fondamentali è un ottimo viatico per trarre piacere dalla musica che si suona.

Il piacere d’improvvisare

Quando si ama fare qualcosa riuscire a ottenere il massimo da ciò che si fa è fonte di estrema soddisfazione. È un giusto riconoscimento agli sforzi compiuti, è una pacca sulle spalle del nostro orgoglio personale, dell’autostima. Per un musicista di pianoforte, come di ogni altro strumento musicale, ciò equivale all’improvvisazione. È come per un cuoco amalgamare gli ingredienti senza ricetta. È essere noi stessi musica, riprodurre la musica che ci suona dentro, che si sente nell’anima e nel cuore. La padronanza della tecnica donerà a ogni musicista il piacere più grande che possa mai desiderare. Più info qui.