Giovanni Tornambene
Tecnica Pianistica – Coordinare e Reggere

Tecnica Pianistica – Coordinare e Reggere

Tecnica Pianistica – Coordinare e Reggere

Coordinare e Reggere – Alla base della tecnica pianistica c’è il concetto di ‘movimento’.
Il movimento potrebbe essere realizzato da tutto il nostro corpo o da varie parti in coordinazione fra di loro.
Quando noi camminiamo è la pianta del nostro piede ad avere il contatto con la superficie terreste, ma non è lei a produrre il movimento, mentre quando suoniamo è il polpastrello del dito ad avere il contatto con il tasto del pianoforte, ma non è lui a produrre il movimento.
E’ chiaro che, per quanto riguarda il camminare, sono le giunture della caviglia, del ginocchio e dell’anca in coordinazione fra di loro a produrre il movimento, mentre per il suonare sono quelle delle nocche, del gomito e della spalla.

Tecnica Pianistica – Concetti Essenziali

Ora è anche vero che un movimento non potrà essere compiuto da un ‘qualcosa’ che è in stato di quiete o di totale rilassamento,
Quindi, per poter compiere un’azione bisogna prima di tutto mettere il nostro corpo in condizione di ‘agire’.
• La Tecnica Pianistica è l’insieme di tutti i movimenti compiuti dal nostro corpo in relazione allo strumento.
• Il compito della tecnica pianistica è quello di permettere al pianista di poter identificare il giusto movimento per ogni specifica frase musicale.
• Le due caratteristiche essenziali della tecnica pianistica sono: il coordinare ed il reggere.

Tecnica Pianistica – Giunture

Per non trasformare i miei articoli in manuali scientifici parlerò esclusivamente di “giunture” evitando così termini tecnici e tutti
quei nomi dei muscoli che ‘effettivamente’ danno vita al movimento, ma che complicherebbero la vita al musicista in
maniera smisurata.
Parlare di ‘giuntura’, per individuare un determinato movimento, sarà molto utile, poiché ci porterà diritti al cuore del problema
evitando così fraintendimenti o ragionamenti complicati che tra l’altro per un pianista risultano essere di nessun profitto.

Tecnica Pianistica – Obbiettivi Musicali

Tecnica Pianistica – Obbiettivi Musicali

Tecnica Pianistica e Obbiettivi Musicali

L’unico scopo della “tecnica pianistica” è quello di cercare di chiarire ed evidenziare in modo semplice e diretto tutti quei principi essenziali che servono per poter suonare in modo del tutto naturale il nostro ‘caro ed amato’ Pianoforte.
Ciò che mi spinge a realizzare questa mia idea è il grande amore che ho nei confronti di tutti quei bambini e ragazzi che si avvicinano allo studio del pianoforte, poiché mi piange il cuore quando penso che alla maggior parte di loro verranno insegnate cose e regole del tutto fuorvianti e musicalmente dannose, come del resto è successo a me.
La maggior parte della mia vita musicale l’ho trascorsa a cercare di rimediare a tutti quei danni causati da insegnanti totalmente privi di conoscenze musicali.
Il mio percorso di studio ritornò ad avere senso e dignità nel momento in cui compresi che la cosa più importante di tutte è quella di avere, anche come allievo, un obbiettivo chiaro da raggiungere e non affidarsi, quindi, al primo insegnante che capita.

Tecnica Pianistica e Pensiero Musicale

La tecnica pianistica non è l’obbiettivo principale del musicista, poiché essa ha ragione di esistere solo nel momento in cui ci permette di realizzare concretamente il nostro pensiero musicale in riferimento ad una musica scritta o improvvisata, perciò ne consegue che, se uno non avesse chiaro tutto ciò che sta dietro alle note, essa non avrebbe nessun significato espressivo-musicale e non avrebbe così nessun valore significativo.

Tecnica Pianistica e Gesto Musicale

Vivere la musica è la “cosa” fondamentale per un musicista più che suonare in modo apparentemente corretto !
Come ad un bambino si insegna a camminare nel modo che tutti conosciamo solo all’inizio dei suoi primi anni di vita, così all’allievo si dovrebbe insegnare a muoversi sulla tastiera nel modo giusto solo all’inizio del suo percorso formativo, dopo di che tutto lo studio dovrebbe essere incentrato sul principio della personalità individuale attraverso la conoscenza sempre maggiore di tutto ciò che è ‘musica’.
La tecnica pianistica è l’insieme di tutti quei gesti che il pianista fa per dare vita a ciò che è nella sua mente e se la sua mente è vuota la tecnica pianistica ne sarà testimone.